Foglietti gialli

Qui troverai i foglietti della settimana con tutti gli incontri e le funzioni.

chiesa2FG 1918 – 26 giugno 2022 – 13a Tempo Ordinario – Anno C

DIO CHIAMA ANCORA … MA, CHE FATICA RISPONDERGLI!

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato tolto dal mondo, si diresse decisamente verso Gerusalemme e mandò avanti dei messaggeri. Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per fare i preparativi per lui. Ma essi non vollero riceverlo, perché era diretto verso Gerusalemme. Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Ma Gesù si voltò e li rimproverò. E si avviarono verso un altro villaggio. Mentre andavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo». A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, concedimi di andare a seppellire prima mio padre». Gesù replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu va’ e annunzia il regno di Dio». Un altro disse: «Ti seguirò, Signore, ma prima lascia che io mi congedi da quelli di casa». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio». (Luca 9,51-62)

Torna il tempo ordinario e torna Luca con i suoi pezzi originali, frasi celebri che non troviamo negli altri vangeli, facili da memorizzare perché sono frustate al nostro stile rilassato e contraddizioni incomprensibili.

Seguimi!” dice a un tale, Gesù.

Certo – gli risponde – dopo il funerale di mio papà, però”.

Ti seguirò ovunque andrai!”, sussurra, poi, qualcuno, a Gesù che lo dovrebbe ringraziare o apprezzare.

Ma lo sai che i miei accompagnatori non hanno né tenda, né materassino?”, gli risponde Gesù.

Che strano! Ecco, allora, che tanti, di fronte a tanta severità, si sono buttati in altre religioni: quella del benessere, quella del profitto, quella delle scalate alla carriera, dell’amore che soddisfa, dei soldi carichi di onnipotenza… e apprezzano Gesù come un grande, ma d’altri tempi e non per tutti.

All’inizio del brano odierno, Luca spiega che siamo negli ultimi giorni di Gesù, quelli in cui deve recuperare ogni dimenticanza e soprattutto, l’essenziale della struttura del Regno e del suo ordinamento. Ma anche così non ottiene grandi risultati, viste le facce iraconde di due dei suoi migliori discepoli che gli propongono un arrosto di Samaritani ingrati e intestarditi nella loro religione primitiva e assurda: “Vuoi che diciamo a qualche saetta che li fulmini tutti?”

Ma che bravi! Avevano ricevuto da Gesù il potere di far miracoli e guarda come lo usano! Che non abbia pensato con desolazione, alla sua futura Chiesa e a come avrebbero usato i divini poteri i suoi principi, dai preti fino ai vescovi e al papa? E anche tanti buoni cristiani – io compreso – credo abbiano chiesto, più volte, a Dio, di fulminare quel biondino moscovita che si diverte ancora con i carri armati.

Dio ha dato all’uomo la libertà – sembra rispondere loro, il Maestro – e la rispetta, anche se la usano per sostituirsi a Dio e perfino per eliminarlo. Lasciamo perdere. Cerchiamo un’altra via che ci conduca dove abbiamo programmato: tutte le strade portano a Gerusalemme, no?”.

Non è facile seguire Gesù. Finora sembrava che la via più adatta fosse quella del sacerdozio o dei sacri voti religiosi delle monache o dei frati. Relative anche quelle, tanto che lo Spirito sembra afono, oggi. Che Gesù non permetta nemmeno di fermarsi dieci minuti a salutare i parenti, significa che non vuole compromessi: i suoi devono essere lampade che illuminano la via alle genti; non sono ammessi tremolii e meno ancora interruzioni dell’energia che le alimenta. Pochi ma buoni, si direbbe. Quanto agli altri… nessun arrosto. Utilizzeranno le loro qualità. Magari nel Regno saranno nei primi posti.

Giuseppe Corato

AVVISI COMUNI PER L’UNITÀ PASTORALE

PARROCCHIA di OGNISSANTI

Lunedì 27 giugno: inizio del turno campeggio di 1a media in Val d’Algone.

Venerdì 1 luglio: inizio Campo Estivo del Reparto AGESCI

PARROCCHIA DI CASTELLO

Mercoledì 29 ore 20.00: S. Messa Capitello S. Pietro

ATTENZIONE: NON c’è la messa delle 8.30

S. GIOVANNI BATTISTA – VILLAGGIO

Martedì 28 giugno ore 20.30 alla casa della comunità:

incontro sulla Parola di Dio. Luglio e Agosto SOSPESO

PARROCCHIA di SAN BORTOLO

Mercoledì 29 giugno ore 20.30 si riunisce il Direttivo NOI Ass.

PARROCCHIA SAN ZENO

Domenica 26 giugno ore 11.00 Battesimo di Diana ed Elettra Fracca,

Lucia Dalla Bona e Leonardo Maistrello

A L T R I A V V I S I :

Domenica 26 giugno a Vicenza presso il Parco Querini

FESTA DELLE FAMIGLIE(cfr. programma in 4a pagina)

ORARI MESSE NEI MESI DI LUGLIO E AGOSTO

LUNEDÌ ORE 19.30 DUOMO

MARTEDÌ ORE 08.00 DUOMO

ORE 19.00 SAN BORTOLO

MERCOLEDÌ ORE 08.30 CASTELLO

ORE 19.30 VILLAGGIO GIARDINO

GIOVEDÌ ORE 08.00 DUOMO

ORE 19.30 SAN ZENO

VENERDÌ ORE 19.30 DUOMO

SABATO ORE 17.00 VILLAGGIO GIARDINO

ORE 18.30 DUOMO

ORE 19.00 SAN BORTOLO

DOMENICA ORE 08.00 DUOMO

ORE 08.30 CASTELLO

ORE 09.30 SAN ZENO

ORE 10.15 VILLAGGIO GIARDINO

ORE 10.30 DUOMO

ORE 19.30 DUOMO

 

 

Unità Pastorale “Arzignano Centro” – Ricordo dei defunti

da sabato 25 giugno a domenica 3 luglio 2022

OGNISSANTI

Sabato 25 giugno ore 18.30: – ANGELO Sartori e VITALINA Meggiolaro – MATTEO e LUCIA Cardascia

Domenica 26 giugno ore 8.00: ENRICO Bailo

Lunedì 27 giugno ore 19.30: – ANNA MARIA Ziggiotti Verza – MARIA DANIELA Vignaga, BATTISTA Bauce, CECILIA Pellizzari – VITO Santagiuliana, LINO Marchetto, AGNESE e GIUSEPPE Vignaga – deff. fam. SIGNORIN e DEGORI – IGINO PAOLO Caneva, LUISA Meneghini, SERGIO Caneva – ERMILDA Pellizari – GIUSEPPE Bastianello e ADA Carradore – SERGIO e def. fam. DANI – GAETANO Grotto, GIACINTA Stefani, ROBERTO, ROSY, KATIA e FRANCESCO Grotto, VITTORINA Zanini ed ELISABETTA Brocchi Colonna – GAETANO Bedin e ADELE Filippi – SILVANO Consolaro e fam. def.

Martedì 28 giugno ore 8.00: – ANTONIO e GELSOMINO Coladon – GIOVANNI Marana e LUCIA Scolari

Giovedì 30 giugno ore 8.00: – CATERINA Bertagnoli e fam. def. – GILDO Dalla Benetta e MARIA GRAZIA – ANGELO, ANTONIA ed ALBINA Poli, don IGINO Cocco, LUIGI e TERESA

Venerdì 1 luglio ore 19.30: – ROBERTO Conzato (ann) – ANNALISA Pirolo – GIUSEPPINA Dani e fam. def. – DANIELA Mezzaro e def. fam. FACCI

Sabato 2 luglio ore 18.30: ALBERTO Albiero, DANILO Fongaro, VINICIO RINO Valente, ENRICA Trecco e ANGELA Santaliana – CARMEN Nardi e fam. def. – RICCARDO Valerio, GINO e GRAZIELLA Urbani

S. GIOVANNI BATTISTA – VILLAGGIO G.

Sabato 25 giugno ore 17: 7° Agnese Savegnago – Ines Marchioro, Giuseppe e Monica Scalzolaro – Deff. Fam. Antonio Dall’Ava e Lino Franchetto – Ines Steccanella e F.lli – Alessandro Dal Maso e Giovanni Posenato – Lino Tonin

Domenica 26 giugno ore 10.15: Ann. Giulio Carlotto – Antonio e Lucia

Mercoledì 29 giugno ore 19.30: 30° Agostino Marcheluzzo – Alessandro Rossetti – Alberto, Bortolo e Deff. Fam. Tolio – Ann. Giulio Carlotto e Angela Lovato

Domenica 3 luglio ore 10.15: Maria Teresa Petucco Danilo – Nascimben, Teresa e Deff. Fam. Lovato

CASTELLO

Domenica 26 giugno ore 8.30: 7°Consolaro Giampietro, Ines e Antonio – Lorenzi Giovanni e Demetrio – Ferrari Vittoriano

Mercoledì 29 giugno ore 20.00 al Capitello di S. Pietro: Adami Ruggero e Tonin Agnese

Domenica 3 luglio ore 8.30: 30°Negri Giustina – 30°Zaupa Dina – Serafini Speranza e Negri Domenico
– Dalla Valle Giuseppe e Teresa – Molon Giuseppe e Luigina

SAN ZENO

Sabato 25 giugno ore 19.30: Noro Antonio, Cazzavillan Angelo e Lina – Tomasi Silvia, Tomasi Antonio, Dal Maso Alessandro – Sartorti Angelo e Gaiga Ermilda e Zampiva Federico – Elvira priante

Giovedì 30 giugno ore 19.30: Antoniazzi Mario e Maria – Soprana Guglielmo e Angela – don Gildo, don Antonio e don Giuseppe

Domenica 3 luglio ore 9.30: Mattiello Bruno – Mariannin Darcoli (Antonia) – Mattiello Attilio e Carlotto Teresa – def. fam. Gennaro – Sudiro Elisa e Marana Mario

SAN BORTOLO

Sabato 25 giugno ore 19.00: Lino, Anna, Giovanni, Rosa, Loris, Elvia – Sterni Assunta e Pegoraro Antonio e def. fam. Pegoraro – Santaliana Umberto – Zordan Angelo, Massimo e Maria – Ana Hici e Themi Mone – Giuseppina e Girolamo – Cielo Aldo

Domenica 26 giugno ore 10.00: Intenzione persona offerente

Mercoledì 29 giugno ore 19,00: Giordani Maria (ann) Luigi, Giovanni e Pogoraro Angelo – Intenzione offerente

Sabato 2 luglio ore 19.00: Rubega Ada (30mo) e Lovato Ampelio – Dalla Benetta Maria (ann), Attilio e Severino – Ziggiotti Fortunato (an), Peretti Loreta (ann) – Dal Ben Margherita e fam. def.

Sagra di Sant’Eurosia a Castello

nei giorni 1-2-3 e 8-9-10 luglio 2022 musica dal vivo e stand gastronomico

Domenica 3 luglio ore 18.00: S. Messa e Processione

 

 

SPECIALE FAMIGLIE

 

 

______________________________________________________________________________________

Clicca qui sotto per scaricare il foglietto di questa domenica

fg1918_26_giugno_2022_13a_TO_C

O vai QUI, sull’Archivio, per quelli anche precedenti

______________________________________________________________________________________

“Con la guerra tutto si perde,

tutto!

Non c’è vittoria in una guerra,

tutto è sconfitto.

Che il Signore invii il suo Spirito

perché ci faccia capire

che la guerra

è una sconfitta dell’umanità

e ci liberi da questo bisogno

di autodistruzione”

Papa Francesco

 

RACCOLTA BENI PER I PROFUGHI DELLE ROTTE BALCANICHE

Presso la casa della comunità a Villaggio Giardino i volontari che collaborano con Missioland Onlus Associazione di Carrè raccolgono i seguenti prodotti:

ALIMENTARI: Olio, farina, zucchero, sale, snack, frutta secca, legumi di tutti i tipi, riso, sughi (NO LATTE) Non contenitori di vetro, scadenza non prima di sei mesi

IGIENE: Asciugamani, saponi, shampoo, spazzolini da denti, dentifrici,salviette deumidificate

ABBIGLIAMENTO: Giacche, pantaloni sportivi, scarpe sportive nr. 40-46, calze, biancheria intima, giacche antipioggia

VARIE: Cellulari, zaini, sacchi a pelo, tende

Per informazioni: Cisco Elena 366 4029045 / Dal Barco Regina 347 3824260 Bedin Mario 328 1975439

GIORNI E ORARI PER LA RACCOLTA

(non portare prodotti al di fuori di questi giorni e orari o abbandonarli all’aperto

nelle vicinanze della casa della comunità o della chiesa)

15-17 novembre dalle 18 alle 19.30 // 6 e 13 novembre dalle 9 alle 11.30

LA LEGGE DEL PANTOGRAFO

Il pantografo è uno strumento per ingrandire un’immagine: da una parte si passa il contorno dell’immagine piccola, e per un sistema di pulegge la stessa immagine viene riprodotta più grande su un altro foglio, mantenendo però integre le proporzioni.

Così è per la nostra vita: scriviamo per un po’ di anni la nostra esistenza, bene o male…. Comunque vada …ha questa o quella forma. La cosa strana, tragica o meravigliosa, è che questa stessa vita ce la ritroveremo per l’eternità, ed avrà le stesse caratteristiche. Se sei stato accogliente, benevolo, comprensivo….. Ti ritroverai un futuro in cui sarà accolto, vivrai la benevolenza degli altri e la grande comprensione e misericordia di Dio! Bada bene, allora, a come vivi quaggiù…perchè da questo “poco” tempo dipenderà il tuo futuro …eterno!

 

 

 

 

 

 

 

 

LA MADONNA DI LORETO IN MEZZO A NOI

La basilica della Santa Casa è uno dei principali luoghi di culto mariano e tra i più importanti e visitati santuari mariani del mondo cattolico. Sorge a Loreto in piazza della Madonna, a 127 metri s.l.m., al termine della via Lauretana. Il santuario ha la dignità di Basilica pontificia minore[1].

All’interno della basilica, i cattolici rendono culto di devozione verso i resti di quella che secondo la tradizione è la A questa famosa basilica è collegata la devozione per Santa Casa di Nazareth, dove visse Gesù. Maria madre di Gesù che ha l’iconografia culturale e storica della Vergine Lauretana, patrona dell’aviazione; tra i numerosi personaggi e santi che vi hanno fatto visita, si ricordano santa Camilla Battista da Varano; santa Thérèse di Lisieux; santa Gianna Beretta Molla; tra i papi che hanno visitato la basilica vi sono papa Giovanni XXIII[2]papa Giovanni Paolo II[3]papa Benedetto XVI[4] e papa Francesco[5].

 

Il Patriarcato latino reagisce

alle recenti violenze a Gerusalemme

11 Maggio 2021 – Comunicato stampa

Con tutti i Capi delle Chiese, siamo “profondamente scoraggiati e preoccupati per i recenti episodi di violenza a Gerusalemme Est, sia alla Moschea di Al Aqsa che a Sheikh Jarrah, che violano la santità del popolo di Gerusalemme e quella di Gerusalemme come Città della Pace,” e richiedono un intervento urgente. La violenza usata contro i fedeli mina la loro sicurezza e il loro diritto di avere accesso ai Luoghi Santi e di pregare liberamente. Lo sgombero forzato dei palestinesi dalle loro case a Sheikh Jarrah è un’altra inaccettabile violazione dei diritti umani fondamentali, quello del diritto a una casa. È una questione di giustizia per gli abitanti della città vivere, pregare e lavorare, ciascuno secondo la propria dignità; una dignità conferita all’umanità da Dio stesso. Per quanto riguarda la situazione di Sheikh Jarrah, facciamo eco alle parole dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Diritti umani che ha affermato che lo stato di diritto viene “applicato in modo intrinsecamente discriminatorio”. Questo è diventato uno dei punti più critici delle crescenti tensioni a Gerusalemme in generale. L’episodio in questione non riguarda una controversia immobiliare tra privati. È piuttosto un tentativo ispirato da un’ideologia estremista che nega il diritto di esistere a chi abita nella propria casa. Di particolare significato è anche il diritto di accesso ai Luoghi Santi. Ai fedeli palestinesi è stato negato l’accesso alla moschea di Al Aqsa durante questo mese di Ramadan. Queste manifestazioni di forza feriscono lo spirito e l’anima della Città Santa, la cui vocazione è quella di essere aperta e accogliente; di essere una casa per tutti i credenti, con pari diritti, dignità e doveri. La posizione storica delle Chiese di Gerusalemme è chiara circa la denuncia di ogni tentativo inteso a rendere Gerusalemme una città esclusiva per chiunque. Questa è una città sacra alle tre religioni monoteiste e, sulla base del diritto internazionale e delle pertinenti risoluzioni delle Nazioni Unite, anche una città in cui il popolo palestinese, composto da cristiani e musulmani, ha lo stesso diritto di costruirsi un futuro basato sulla libertà, l’uguaglianza e la pace. Chiediamo pertanto un assoluto rispetto dello status quo di tutti i Luoghi Santi, compreso il complesso della moschea di Al-Aqsa. L’autorità che controlla la città dovrebbe proteggere il carattere speciale di Gerusalemme, chiamata ad essere il cuore delle fedi abramitiche, un luogo di preghiera e di incontro, aperto a tutti e dove tutti i credenti e i cittadini, di ogni fede e appartenenza, possono sentirsi a “casa”, protetti e sicuri. La nostra Chiesa è stata chiara sul fatto che la pace richiede giustizia. Nella misura in cui i diritti di tutti, israeliani e palestinesi, non saranno sostenuti e rispettati, non ci sarà giustizia e quindi nessuna pace nella città. È nostro dovere non ignorare l’ingiustizia né alcuna aggressione contro la dignità umana, indipendentemente da chi le commette. Chiediamo alla Comunità Internazionale, alle Chiese e a tutte le persone di buona volontà di intervenire per porre fine a queste azioni provocatorie e di continuare a pregare per la pace di Gerusalemme. Ci uniamo in preghiera con l’intenzione del Santo Padre Papa Francesco che “l’identità multireligiosa e multiculturale della Città Santa possa essere rispettata e che la fraternità possa prevalere”.

Fonte Fondazione Homo Viator – San Teobaldo

Don Raimondo Sinibaldi

ORARIO SANTE MESSE DELL’UNITA’ PASTORALE

 

 

 

LUNEDÌ

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

DOMENICA
e festive

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

MARTEDÌ

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

Ore 8.30

Castello

MERCOLEDÌ

Ore 8.30

Castello

Ore 9.30

San Zeno

Ore 19.00

San Bortolo (+ Ad.Euc,)

Ore 10.00

San Bortolo

Ore 19.30

S.G.Battista Villaggio

Ore 10.15

S.G.Battista Villaggio

GIOVEDÌ

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

Ore 10.30

Duomo Ognissanti

Ore 19.30

San Zeno (+ Ad.Euc,)

Ore 11.00

Castello

VENERDÌ

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

SABATO
e prefestive

Ore 17.00

S.G.Battista Villaggio

   

Ore 18.30

Duomo Ognissanti

OSPEDALE

Da lun. al sab. alle ore 7.00

Ore 19.00

San Bortolo

Alla domenica alle ore 17.00

Ore 19.30

San Zeno

   

 

 

 

 

10 dicembre 2020

Giornata internazionale dei diritti umani

Giovedì 10 dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti umani.

Quest’anno sarà lotta contro la discriminazione.

Il 10 dicembre 1948 veniva firmata a Parigi la Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Tutti gli esseri umani…devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”  (art. 1)

 

NUOVA EDIZIONE DEL MESSALE ROMANO

La terza edizione del Missale Romanum uscì nel 2000 con Giovanni Paolo II. Nel 2002 partirono i lavori per la traduzione italiana che si conclusero nel 2019 con l’approvazione del testo definitivo da parte di Papa Francesco.

 

# Le novità più significative si trovano nel testo dell’Inno del Gloria e nel Padre Nostro. Nel Gloria il nuovo testo prevede le parole “E pace in terra agli uomini, amati dal Signore” al posto di “E pace in terra agli uomini di buona volontà”.

# Altra novità ma già conosciuta: alla fine della preghiera del Padre Nostro. Non diremo più “Non ci indurre in tentazione” ma “Non abbandonarci alla tentazione“. Per dirla con parole di papa Francesco, “dobbiamo escludere che sia Dio il protagonista delle tentazioni che incombono sul cammino dell’uomo”. Nel testo del Padre Nostro c’è un’altra modifica: l’aggiunta della congiunzione “anche” nella frase “Come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori”.

# Per quanto riguarda il “Confesso…” durante l’atto penitenziale, si è optato per un linguaggio “inclusivo”; dove si diceva: “Confesso, a Dio onnipotente e a voi fratelli…”, dovremo dire “Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle...“. Il termine “sorelle” viene inserito anche in altre preghiere dove il Celebrante diceva solamente “fratelli”. Come ad esempio nell’invito del Celebrante dopo la presentazione dei doni, dove si dirà: “Pregate fratelli e sorelle, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito…”. Così nel ricordo dei defunti: “Ricordati anche dei nostri fratelli e sorelle che si sono addormentati nella speranza della risurrezione”.

# Un’altra novità riguarda l’atto penitenziale. Non è più previsto l’uso dell’italiano “Signore pietà” e “Cristo pietà” ma, anche per l’assemblea, le formule in lingua greca: “Kýrie, eléison” e “Christe, éleison”.

# Anche l’invito del celebrante al momento della pace cambia leggermente. Non “Scambiatevi un segno di pace” ma “Scambiatevi il dono della pace“.

# Nella Preghiera eucaristica II (la più utilizzata) il celebrante dirà: «santifica questi doni con la rugiada del tuo Spirito».

# L’invito alla Comunione cambia l’ordine delle frasi: non più “Beati gli invitati… Ecco l’Agnello di Dio…” ma “Ecco l’Agnello di Dio… Beati gli invitati…“, per fedeltà al testo latino.

L’occasione della Nuova Edizione del Messale nelle nostre liturgie ci darà l’occasione per rivisitare e rinnovare il nostro modo di celebrare la vita, di santificare il tempo, di imparare a pregare il Padre in spirito e verità!

 

UFFICIO PARROCCHIALE presso OGNISSANTI 2021

 

 

 

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

MARTEDÌ

 

dalle  alle

MERCOLEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

GIOVEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

VENERDÌ

dalle  alle

dalle  alle

 

 

 

 

 

UFFICIO PARROCCHIALE a VILLAGGIO GIARDINO 2021

 

 

 

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

 

 

MARTEDÌ

 

 

MERCOLEDÌ

dalle 9 alle 11

 

GIOVEDÌ

dalle 9 alle 11

 

VENERDÌ

 

dalle 15 alle 17

 

 

 

(orario estivo luglio-agosto)

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

dalle 9 alle 10

 

MARTEDÌ

 

dalle 16 alle 17

MERCOLEDÌ

dalle 9 alle 10

 

GIOVEDÌ

dalle 9 alle 10

 

VENERDÌ

dalle 9 alle 10

dalle 16 alle 17

 

 

 

 

 

 

Per sostenere i lavori della Parrocchia
Banco BPM: IT 11 X 050 346 0120 000 000 452 181

UniCredit Banca: IT 30 I 020 086 0122 000 004 432 649

Cassa di Risparmio del Veneto: IT 21 S 062 256 0122 000 000 228 482

ORARIO PROVVISORIO S.MESSE NELLE PARROCCHIE DELL’UNITÀ PASTORALE PRIMAVERA 2020

 

Ognissanti

Castello

 Villaggio Giardino

 S.Zeno

S.Bortolo

Ospedale

Lunedì

19.30

       

6.45

Martedì

8.00          6.45

Mercoledì

  8.30

19.30

 

19.00

 6.45

Giovedì

8.00    

19.30

   6.45

Venerdì

19.30

         6.45

SABATO e prefestive

18.30

 

17.00

19.30

19.00

 7.00

DOMENICA

8.00

10.30

19.30

8.30

11.00

10.15

9.30

10.00

17.00