Foglietti gialli

Qui troverai i foglietti della settimana con tutti gli incontri e le funzioni.

chiesa2

FG 1861 – 9 maggio 2021 – 6a Domenica di Pasqua – Anno B

PREÒCCUPÀTI SOLO DI AMARE …

Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Questo vi ho detto perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena.
Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l’ho fatto conoscere a voi. Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi e vi ho costituiti perché andiate e portiate frutto e il vostro frutto rimanga; perché tutto quello che chiederete al Padre nel mio nome, ve lo conceda. Questo vi comando: amatevi gli uni gli altri. (Giovanni 15, 9-17)

Qualcuno mi ha chiesto domenica scorsa se mi fossero sfuggite quelle espressioni: “… una Chiesa con meno preti, una comunità di pochi…”. Fatalità, proprio il giorno stesso che scrivevo – ma non lo sapevo – sono stati arrestati dei preti in Sud Sudan che avevano ordinato (sembra) di massacrare quel giovane vescovo vicentino che proveniva da una zona di etnia diversa da quella della diocesi cui il papa l’aveva designato.

E in quei giorni un nuovo addetto all’ex Sant’Uffizio rilasciava un’intervista in cui diceva serenamente che ci dobbiamo abituare a pensare l’Era Cristiana come un periodo storico che non ci appartiene più.

La Chiesa del duemila sarà la chiesa “lievito”, che non si vede, ma che fa crescere, dove c’è; “sale”, senza la quale la vita umana sarà insipida; “luce”, in un mondo depresso e squallido nella sua continua notte polare. Ne abbiamo parlato anche negli incontri on line con le Presidenze dei Consigli Pastorali e i Gruppi Ministeriali, interrogandoci proprio su questo.

La Parola assai ricca di queste domeniche ce lo conferma: due tralci possono essere sufficienti per un bel secchio d’uva, il resto è apparenza se non intrigo.

I pastori devono essere come Gesù: belli, buoni, veri, innamorati del Gregge.

I cristiani devono essere gente che ama. Tutto il resto sono chiacchiere da teologi che frullano teorie in continuazione dimenticando che Gesù non voleva fondare una nuova religione, ma una comunità basata sull’amore. Giovanni lo ripete 9 volte nella seconda lettura e 8 nelle prime 4 righe del vangelo di oggi: “Amatevi!”. Non è un buon consiglio, è un ordine ed è prevista anche la quantità: “fino a morire per i vostri simili, come ho fatto io”.

Tanti anni fa, quando sprizzavo entusiasmo per gli studi biblici, arrivai a litigare con un prete che si lamentava della monotonia del vangelo di Giovanni che ripeteva sempre le stesse cose – “amate”, “amatevi” …, – che non sapeva nemmeno più che cosa predicare: “Ma davvero sei convinto che abbiamo capito il comando di Gesù? – gli dissi, amareggiato – Non mi pare che ci sia tanta gente disposta ad amare davvero…”.

Ma forse è arrivato il momento di predicare meno e di amare di più. Un amore concreto, senza pretese di contraccambi. Frati e suore sono nati in precisi momenti storici per mostrare la fede cristiana costituita da aiuto ai poveri, accoglienza degli abbandonati, cura dei malati o dei moribondi, distribuzione di alimenti… che, passate le emergenze, sono diventati funzionari del sacro, perdendo la capacità di attrazione ed estinguendosi.

Ora, che ancora ci sono chiese discretamente frequentate, sarebbe bello che chi vi entra fosse fedele al comando dello Spirito che li aveva convocati, godendo dell’amore spassionato da cui era stato spinto alla mensa della Parola e del Pane spezzato, condividendo qualche soldo per le necessità – e ce ne sono sempre più, non solo in Quaresima – pensando ai poveri – anche con quel cestone della raccolta nella prima domenica del mese, spesso semi-vuoto, – uscendo decisi a offrire i nostri grappoli, magari dopo averli fatti fermentare, a chi è triste e mal ridotto.

Giuseppe Corato

AVVISI COMUNI PER L’UNITÀ PASTORALE

Per la Comunione a un proprio familiare telefonare in segreteria (0444-670029)

Domenica 9 maggio: festa di tutte le mamme: affidiamole a Mamma Maria!

Giovedì 13 maggio ore 18.00 in Cattedrale a Vicenza: Messa Crismale

PARROCCHIA di OGNISSANTI

MESE DI MAGGIO – ROSARIO NEI CAPITELLI 

  1. Chiesetta Riotorto (via Riotorto) ore 19.00 da lunedì a venerdì

  2. Istituto S. Giuseppe (via Lamarmora) ore 20.00 da lunedì a venerdì

  3. Madonna della Salute (via Venezia) ore 20.30 da lunedì a venerdì

  4. Alle conche (davanti abit. Vittorio M.) ore 20.00 da lunedì a venerdì

  5. Ponte di Mella (Corso Matteotti) ore 18.00 da lunedì a sabato

PARROCCHIA di CASTELLO

Domenica 9 maggio Messa delle 11.00 partecipa la 3^ elementare (catechismo)

Martedì 11 maggio alle 20.45 in Oratorio: Gruppo di Coordinamento

Domenica 16 maggio Messa delle 11.00 partecipa la 2^ elementare (catechismo)



PARROCCHIA di S. G. BATTISTA – VILLAGGIO G.

Ogni giovedì di Maggio (13 – 20 – 27) dalle 16.15 alle 16.45 in Chiesa:

preghiere e canti dedicati a Maria per tutti i bambini e ragazzi del catechismo

Sabato 8 e domenica 9 maggio: Gruppo Missionario fuori della chiesa

PARROCCHIA DI S. BORTOLO

Sabato 15 maggio: L’Ass. NOI organizza la Giornata Ecologica (ore 14.00)

Sabato 15 maggio: Messa delle 19.00 con 4^ e 2^ Elementare

RICORDIAMO I NOSTRI FRATELLI E SORELLE DEFUNTE

Lunedì

10/5

ore 19.30

– 7° MARISA Peretti Zin

– DANIELA – PIETRO Cattazzo – ELISA, LORENZO e VITTORIA Rossi

– MARIA Bauce, SEBASTIANO e ANNALISA Fongaro

– ELEONORA Dalla Verde, GASTONE Cazzavillan, ANGELO Lovato

– ROSI, GIUSEPPE, GIOVANNI e RITA

Martedì

11 ore 8

– ZITA Panato ed EUSEBIO – GIUSEPPE e LUCA Fracasso e fam. def.

– Defunti del Capitello di San Gaetano

Giovedì 13 ore 8

– LUIGI GINO Bomitali

Venerdì

14/5 ore 19.30

– 7° ANGELA SELMO Fracasso

– GLORIA Montagna, ANNA Gottardo, ANTONIO, DANILO e ROSA MARIA Biasolo – ILVA e FRANCESCO – ENRICO e FLAVIA Bailo – PIETRO Cattazzo

– ALMERIA Carlotto e MIRCO Pellizzari – MARIA LENA Parlato

Sabato

15/5 ore 18.30

– GIOVANNI e GIUDITTA Urbani – Def. fam. BRUNO ed ELISABETTA

Cantaden, LILIANA Peretti, GIUSEPPE, LUIGI e BRUNA De Marzi,

EUGENIA Dal Soglio

Domenica

ore 10.30

– 7° ROSA LINA Vestali Cerasuolo

 

 

ORARIO SANTE MESSE DELL’UNITA’ PASTORALE

LUNEDÌ

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

DOMENICA
e festive

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

MARTEDÌ

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

Ore 8.30

Castello

MERCOLEDÌ

Ore 8.30

Castello

Ore 9.30

San Zeno

Ore 19.00

San Bortolo (+ Ad.Euc,)

Ore 10.00

San Bortolo

Ore 19.30

S.G.Battista Villaggio

Ore 10.15

S.G.Battista Villaggio

GIOVEDÌ

Ore 8.00

Duomo Ognissanti

Ore 10.30

Duomo Ognissanti

Ore 19.30

San Zeno (+ Ad.Euc,)

Ore 11.00

Castello

VENERDÌ

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

Ore 19.30

Duomo Ognissanti

SABATO
e prefestive

Ore 17.00

S.G.Battista Villaggio

   

Ore 18.30

Duomo Ognissanti

OSPEDALE

Da lun. al sab. alle ore 7.00

Ore 19.00

San Bortolo

Alla domenica alle ore 17.00

Ore 19.30

San Zeno

   

 

 

 

 

10 dicembre 2020

Giornata internazionale dei diritti umani

Giovedì 10 dicembre si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale dei diritti umani.

Quest’anno sarà lotta contro la discriminazione.

Il 10 dicembre 1948 veniva firmata a Parigi la Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Tutti gli esseri umani…devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.”  (art. 1)

 

NUOVA EDIZIONE DEL MESSALE ROMANO

La terza edizione del Missale Romanum uscì nel 2000 con Giovanni Paolo II. Nel 2002 partirono i lavori per la traduzione italiana che si conclusero nel 2019 con l’approvazione del testo definitivo da parte di Papa Francesco.

 

# Le novità più significative si trovano nel testo dell’Inno del Gloria e nel Padre Nostro. Nel Gloria il nuovo testo prevede le parole “E pace in terra agli uomini, amati dal Signore” al posto di “E pace in terra agli uomini di buona volontà”.

# Altra novità ma già conosciuta: alla fine della preghiera del Padre Nostro. Non diremo più “Non ci indurre in tentazione” ma “Non abbandonarci alla tentazione“. Per dirla con parole di papa Francesco, “dobbiamo escludere che sia Dio il protagonista delle tentazioni che incombono sul cammino dell’uomo”. Nel testo del Padre Nostro c’è un’altra modifica: l’aggiunta della congiunzione “anche” nella frase “Come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori”.

# Per quanto riguarda il “Confesso…” durante l’atto penitenziale, si è optato per un linguaggio “inclusivo”; dove si diceva: “Confesso, a Dio onnipotente e a voi fratelli…”, dovremo dire “Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle...“. Il termine “sorelle” viene inserito anche in altre preghiere dove il Celebrante diceva solamente “fratelli”. Come ad esempio nell’invito del Celebrante dopo la presentazione dei doni, dove si dirà: “Pregate fratelli e sorelle, perché il mio e vostro sacrificio sia gradito…”. Così nel ricordo dei defunti: “Ricordati anche dei nostri fratelli e sorelle che si sono addormentati nella speranza della risurrezione”.

# Un’altra novità riguarda l’atto penitenziale. Non è più previsto l’uso dell’italiano “Signore pietà” e “Cristo pietà” ma, anche per l’assemblea, le formule in lingua greca: “Kýrie, eléison” e “Christe, éleison”.

# Anche l’invito del celebrante al momento della pace cambia leggermente. Non “Scambiatevi un segno di pace” ma “Scambiatevi il dono della pace“.

# Nella Preghiera eucaristica II (la più utilizzata) il celebrante dirà: «santifica questi doni con la rugiada del tuo Spirito».

# L’invito alla Comunione cambia l’ordine delle frasi: non più “Beati gli invitati… Ecco l’Agnello di Dio…” ma “Ecco l’Agnello di Dio… Beati gli invitati…“, per fedeltà al testo latino.

L’occasione della Nuova Edizione del Messale nelle nostre liturgie ci darà l’occasione per rivisitare e rinnovare il nostro modo di celebrare la vita, di santificare il tempo, di imparare a pregare il Padre in spirito e verità!

 

UFFICIO PARROCCHIALE presso OGNISSANTI 2021

 

 

 

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

MARTEDÌ

 

dalle  alle

MERCOLEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

GIOVEDÌ

dalle  alle

dalle  alle

VENERDÌ

dalle  alle

dalle  alle

 

 

 

 

 

UFFICIO PARROCCHIALE a VILLAGGIO GIARDINO 2021

 

 

 

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

 

 

MARTEDÌ

 

 

MERCOLEDÌ

dalle 9 alle 11

 

GIOVEDÌ

dalle 9 alle 11

 

VENERDÌ

 

dalle 15 alle 17

 

 

 

(orario estivo luglio-agosto)

 

MATTINO

POMERIGGIO

LUNEDÌ

dalle 9 alle 10

 

MARTEDÌ

 

dalle 16 alle 17

MERCOLEDÌ

dalle 9 alle 10

 

GIOVEDÌ

dalle 9 alle 10

 

VENERDÌ

dalle 9 alle 10

dalle 16 alle 17

 

 

 

 

 

 

Per sostenere i lavori della Parrocchia
Banco BPM: IT 11 X 050 346 0120 000 000 452 181

UniCredit Banca: IT 30 I 020 086 0122 000 004 432 649

Cassa di Risparmio del Veneto: IT 21 S 062 256 0122 000 000 228 482

ORARIO PROVVISORIO S.MESSE NELLE PARROCCHIE DELL’UNITÀ PASTORALE PRIMAVERA 2020

 

Ognissanti

Castello

 Villaggio Giardino

 S.Zeno

S.Bortolo

Ospedale

Lunedì

19.30

       

6.45

Martedì

8.00          6.45

Mercoledì

  8.30

19.30

 

19.00

 6.45

Giovedì

8.00    

19.30

   6.45

Venerdì

19.30

         6.45

SABATO e prefestive

18.30

 

17.00

19.30

19.00

 7.00

DOMENICA

8.00

10.30

19.30

8.30

11.00

10.15

9.30

10.00

17.00